Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for maggio 2008

Il segreto vero è questo, mantenere la calma.
Non è affare da poco, sembra facile a dirsi e a scriversi, ma è tutt’altra cosa quando ti senti immersa in un flusso di eventi che si moltiplicano giorno per giorno. Eppure… eppure è l’unico modo per riuscire a non perdersi e a non perdere di vista dove sono. In questo momento mi sento letteralmente avvolta nelle scadenze, nelle richieste, nelle questioni da affrontare e da risolvere. La scuola, la fine dell’anno con i bambini, le mille attività a cui sono chiamata per questa conclusione del quinquennio dei bimbi, e poi l’università con le sue lezioni, gli esami, le relazioni. E poi l’attività con i ragazzi, Sarajevo..

Un po’ sto perdendo colpi, me ne rendo conto io stessa. A volte mi sembra di affogare, altre volte di essere già affogata, sforzandomi di imparare a respirare nell’acqua come i pesci. E mi va bene che parlo ancora di acqua, significa che non ho perso l’ottimismo e il buon umore!

Festina lente

E di nuovo mi ripeto, mantieni la calma.
Ragiona, non lasciarti trascinare dagli eventi, non cedere alla tentazione di lasciarti risucchiare dal vortice: complicheresti ulteriormente le cose.

In questa serata di fine maggio, ancora una volta, risuonano le parole di Benni.

Serena e infallibile, come un Baol…

Anna, 21.V.2008

Annunci

Read Full Post »

La gita

Oggi erano tutti su di giri, esagitati, emozionati.
Domani si parte per la gita scolastica!
Mi sembra il titolo di un film di Pupi Avati, La gita scolastica.
Confido che sia più allegra di un film di Avati… ma direi che ci vuole poco!

Etruschi

Andiamo in Toscana, anzi, in Tuscia. Sulle tracce degli antichi Etruschi.
Non so quanto siano interessati agli Etruschi, ma di certo sono elettrizzati all’idea di partire. Io un pochino meno, dovrei già essere in branda perché domani la sveglia è alle 6, ma sono quasi sicura che mi divertirò.

E’ buffo, è la prima volta che partecipo a una gita scolastica… senza far parte della classe.
Va beh, ma tutto è stato buffo quest’anno. Anche un po’ faticoso, a dire il vero, comunque non è il momento di fare i bilanci, ci sono ancora le ultime settimane prima della fine della scuola e quindi aspetto a tirar le somme.

Intanto… si va in gita!

Anna, 13.V.2008

Read Full Post »

Danze

Mara ha la passione delle danze popolari, da diversi anni frequenta gruppi e feste, è diventata proprio brava. Quando ha compiuto i fatidici trenta le abbiamo regalato una bellissima gonna e le scarpette.
E’ da qualche tempo che propone serate in Burigozzo, per imparare e per ballare un po’, prima che si apra la stagione delle feste in giro per la provincia, prima che si balli sulla piazza d’armi del Castello.

Ho deciso che ci sarei andata e così ho fatto. Mia mamma pensava scherzassi quando le ho detto “Sono un po’ stanca, ma esco a ballare”. Si è ripresa dallo choc solo quando ho precisato…

Era da un pezzo che non ballavo queste danze, forse da quella volta su in Val di Lanzo, con quel gruppo occitano che sembrava mettesse la tarantola.

E dopo le danze la Scàsetta offre Sarajevska e chiacchiere fra amiche e maestre.
Eh già, anche Mara è una maestra. Al Grato, come dice lei. Periferia della città, in prima linea anche se talvolta le par d’essere l’ultima.

Danze popolari

Questa sera abbiamo ballato una danza ebraica che mi mette sempre una certa emozione.
La stessa che vidi ballare, in quell’ottobre di tanti anni fa, al cimitero di Canzo, e che non ho più dimenticato.

Vorrei che Mara la insegnasse anche al Clan, prima di partire per la Terrasanta.
Che bello, sarebbe, danzarla laggiù.

Anna, 7.V.2008

Read Full Post »

Peanuts

Il limone è vivo, anche se avrebbe voluto vedermi qualche settimana fa anziché ieri.
I gerani sono belli e colorati: abituati ad arrangiarsi, hanno saputo sfruttare sole e acqua per non soffrire e se la sono cavata senza il mio aiuto. Le fragole non ci sono più già dallo scorso anno, mentre la begonia è ormai enorme e il gelsomino si è rinvigorito non poco. Bravi ragazzi.

Gelsomino

Non mi sono goduta i bulbi: tulipani e narcisi hanno finito di furoreggiare e io li visti appena. E’ l’Amaryllis che voglio aspettare, ed è già lì, pronto a stupirmi… Iris, gigli e giacinti: presenti! Anche la Dalia è al suo posto e i tropicali di Matteo sembrano in buono stato, aspettiamo la fioritura…

Ho chiesto ad Aldo di mandarmi suo figlio per cercare di sistemare la struttura di ferro che si è piegata, ormai è tempo di lasciarla a mani esperte: la nevicata eccezionale di due anni fa l’ha semidistrutta. Ora vuol tornare agli antichi splendori.

E’ arrivata la bella stagione, ho aperto il terrazzo.
Ho ripreso a prendermene cura.

Buon segno.

Anna, 4.V.2008

Read Full Post »